Home dighe argini ture briglie
pontili sep. cuneo salino sfioratori palloni di spinta serbatoi carburante
dighe a vela piscine modulari convogliatori barriere miscellanea

JOLLYTECH sas

Little_New.gif (1052 bytes)

REALIZZAZIONE DI UNA MAXI-BARRIERA A PROTEZIONE DELL'IMBOCCO DI UNA MARINA

L'intervento Ŕ consistito nella realizzazione di una maxi-barriera da posizionare all'imbocco di una marina, situata tra la foce di un fiume e il mare.

Quando il fiume va in piena, i solidi in sospensione trascinati dalla corrente si accumulano nella marina depositando decine di metri cubi di inerti. Il successivo dragaggio risulta estremamente difficoltoso e costoso sia per l'iter burocratico che per lo smaltimento.

La maxi-barriera riduce drasticamente questo problema impedendo l'ingresso degli inerti in sospensione che proseguono il loro corso naturale verso il mare.

La barriera misura 53 metri in lunghezza e 5 metri in altezza; dispone di un sistema di galleggiamento primario e di un sistema di galleggiamento secondario.

maxibarriera11.jpg (17552 bytes)

Il suo corretto posizionamento durante le condizioni di piena Ŕ garantito da funi di acciaio inglobate nella struttura e da appositi morsetti di acciaio. La movimentazione Ŕ garantita da arganetti manuali.

La testata non necessita di concessione in quanto la barriera non Ŕ permanentemente vincolata agli argini, ma anzi pu˛ essere facilmente smontata e rimontata.

Il sistema di galleggiamento Ŕ costituito da camere gonfiabili indipendenti; le camere sono amovibili per consentirne la manutenzione con la barriera in opera. Tale sistema si compone di due parti, una primaria per il galleggiamento e una secondaria, per il sollevamento.

Il sistema di galleggiamento primario Ŕ dimensionato per sostenere l'intera barriera.

Il sistema di galleggiamento secondario viene avviato solo quando la barriera deve essere rimossa dalla bocca di porto. Le camere gonfiabili situate in posizione opportuna per garantire l'adeguata spinta di sollevamento consentono un suo facile recupero dal fondo e il suo ricovero lungo l'argine interno del porticciolo.

Sia l'imbragatura che l'inserto tessile della barriera sono stati dimensionati in funzione della spinta idrostatica ed idrodinamica del fiume, infatti il coefficiente idrodinamico di sicurezza Ŕ tale da evitare fenomeni di risonanza, che durante le condizioni di piena possono essere fatali per barriere maldimensionate.

Nonostante le dimensioni, la barriera risulta di facile utilizzo.

L'intercambiabilitÓ delle camere gonfiabili e la resistenza dei materiali prescelti assicurano la piena e rapida disponibilitÓ dell'impianto durante le piene del fiume.

immagini della realizzazione della prima barriera antipienanovitÓ!

Indietro

 

 

JOLLYTECH sas
Via privata Claudia, 4 - 20158 Milano (Italy) - Tel (0039)02.39311005 - Fax (0039)02.39310655
P. IVA 10285830153 - Iscr. Tribunale di Milano n. 313191-7845-41 - email: jt@jollytech.it
Torna alla Home